Brownies

by Laurel on marzo 1, 2010

Questa, tra tutte le ricette americane che ho proposto in Europa, è stata di gran lunga quella di maggior successo. So anche di non essere sola, ho avuto infatti il grande piacere di leggere il libro di David Lebovitz, Sweet Life in Paris, nel quale lui viaggia spesso per la città portando i suoi brownies ad amici e conoscenti per consolidare i suoi rapporti con gli altri. Pensatela come una sorta di diplomazia gastronomica. Questa è il mio cavallo di battaglia, posso farlo con gli occhi chiusi ed in tempo zero, e più di una volta mi è capitato alle 3 del mattino, se adeguatamente pregata da un gruppo di amici affamati. La posto oggi in onore della raccolta di ricette americane di Anice & Cannella.. Sono rimasta molto sorpresa e contenta di scoprire il suo post su una ricetta del mio libro e sulla sua conseguente proposta della raccolta.

Brownies al cacao

  • 150 g burro
  • 250 g zucchero
  • 75 g cacao amaro (in polvere)
  • 1/4 cucchiaino sale
  • 1/2 cucchiaino essenza di vaniglia (facoltativo)
  • 2 uova, fredde
  • 60 g farina
  • 50 g noci tritati (facoltativo)

Scaldate il forno a 180 gradi. Foderate di carta da forno una teglia quadrata di circa 20 cm.

Fondete a bagnomaria il burro, zucchero cacao, e sale, mescolando tanto in tanto finche’ il composto e liscio e caldo. Togliete dal fuoco il pentolino e lasciate  raffreddare un leggermente.

Quindi unite l’essenza di vaniglia e mescolate con un cucchiaio di legno. Poi incorporate le uova, una per volta, e mescolando vigorosamente dopo ogni aggiunta. Quando il composto e’ denso e omogeneo, aggiungete la farina e sbattete con forza per un paio di minuti. Se le usate, aggiungete le noci a questo punto.

Quindi versate il composto nella teglia e infornate per 20-25 minuti a 180 gradi. Cuocete finche’ un stecchino infilzato nel dolce ne esce ancora con qualche briciola attaccata.Tagliate in 16-25 quadratini.

La raccolta di Anice & Cannella:

{ 49 comments… read them below or add one }

Monica marzo 1, 2010 alle 10:50 am

Ma che faccia invitante, anche se non amo il cacao (ebbene si saro’ l’unica al mondo) questi mi fanno venire un’acquolina!!!
Io ho fatto la colomba questo weekend, se vuoi dare un’occhiata http://burrofragola.wordpress.com/2010/02/27/prima-prova-della-colomba/
Poi hai deciso qualcosa per la Kitchenaid?

Laurel marzo 1, 2010 alle 10:54 am

Ciao Monica! Che bella la colomba! Alla fine mi sono resa conto che e’ molto piu’ conveniente prendere la KitchenAid in America, aspettero’ mio prossimo viaggio per comprarne una! (Certo, non sara’ facile farcela stare nella valigia…)

Monica marzo 1, 2010 alle 10:56 am

Ah sicuramente, certo che pero’ con quello che pesa portarsela in valigia, che peso!!!
Quando hai intenzione di andare?

Manuela marzo 2, 2010 alle 6:29 pm

Ho scoperto il tuo blog e il libro ascoltando la pina e diego
di radio deejay…Io non ho un blog ma ho la passione della cucina
Questi brownies sono da provare
Ti farò sapere come mi sono venuti……

Rocco marzo 2, 2010 alle 8:43 pm

Ciao sono Rocco blogger anche io… volevo solo dirti una cosa…
Questo blog è me ra vi glio so .
C’è passione e si respira esplorando il tuo blog.
un grande saluto e continua così…
Rocco.

Laurel marzo 2, 2010 alle 9:44 pm

@Manuela Ciao! Fammi sapere come vengono, sono sempre curiosa come funzionano le mie ricette per gli altri…
@Rocco Grazie! Che bel complimento! Bello anche il tuo blog, si vede che hai tanta esperienza nel campo. A presto!

paola marzo 3, 2010 alle 8:48 pm

Ciao, complimenti per il blog, passerò spesso a leggerti!
Intanto prendo nota della ricetta che voglio provare al più presto!
Un abbraccio!
Paola

Manuela marzo 4, 2010 alle 11:25 am

Cara Laurel
ieri ho provato la tua ricetta …complimenti!!
Ho seguito passo passo i tuoi step e mi sono venuti molto bene (non ho messo le noci xchè non mi andava di andare alla coop!!!)
A presto
Manu

Diletta marzo 9, 2010 alle 11:18 am

Ciao Laurel!
E’ vero i brownies sono sempre un successone!!!
E piacciono proprio a tutti.

Un sorriso,
D.

Lo81 marzo 23, 2010 alle 4:07 pm

Ciao Laurel,
sono una neo-foodblogger e ieri ho provato i tuoi brownies, veramente buonissimi!Grazie per la ricetta e complimenti per il tuo libro!
A presto!
Lo

dario giugno 3, 2010 alle 3:04 pm

ciao!
ho provato i Brownies originali fatti dalla stessa Laurel ad una serata in cui c’erano solo dolci da mangiare. che dire? Erano di gran lunga il migliore dolce tra tutti!

dario

Paola luglio 19, 2011 alle 7:09 pm

Buonissimi! complimenti!!

veronica ottobre 24, 2011 alle 5:09 pm

ciao io vorrei sapere se nella ricetta dei brownies usare il cacao in polvere e quello fondente a tavoletta è uguale? ciao veronica

Laurel ottobre 27, 2011 alle 9:08 am

Ciao Veronica! Il cacao contiene pochissimo burro di cacao, mentre la tavoletta di cioccolato ne contiene un bel po. Quindi se usi il cioccolato fondente a tavoletta dovresti diminuire un pochino la quantità di burro. A presto!
-L

francesco ottobre 30, 2011 alle 10:47 am

ciao Lourel ,
sono un appossionato di cucina americana e in particolare mi piacciono molto i Brownies, volevo chiederti in molte ricette viene utilizzato cioccolato fondente , nocciole o mandorle mi potresti dire la differenza tra le molte ricette che si trovano in rete?

Anna dicembre 16, 2011 alle 12:33 pm

ciao!!!!! ho appena scoperto questo tuo meraviglioso blog, wow!! io mi sono innamorata dei brownies la prima volta che sono stata a new york (tra un mesetto ci torno per la terza volta!), adesso grazie a questa ricettina posso provare a farli anch’io! grazie!

Laurel dicembre 17, 2011 alle 1:33 pm

@anna- Grazie e benvenuta! Vieni a trovarci spesso!

giulia febbraio 9, 2012 alle 1:25 pm

ciao Laurel, ti ho scoperta da poco e il tuo blog è assolutamente fantastico… in questo periodo mi sto interessando molto alla cucina americana, pensa che da luglio e per i prossimi 3 anni sarò a Washington!!! Dovrò dare un’impronta decisamente più americana al mio blog! A presto

Paola febbraio 23, 2012 alle 11:07 am

grazie, sono venuti ottimi!anche se non ho fatto il bagno maria (ho cotto lentamente mescolando sempre a fuoco minimo)…che gusto!deliziosi

tamymamy marzo 3, 2012 alle 12:20 pm

questa ricetta mi ispira tantissimo,io nn sono una grande amante del cioccolato…ma questo dolce lo voglio fare!!!!!!!!

Claudia aprile 15, 2012 alle 2:56 pm

Provati subito e sono meravigliosi!! Ho avuto i complimenti di tutti! L’estate scorsa sono stata in America e a volte divento nostalgica delle cose che ho mangiato! Grazie a te potrò riproporle! Un bacio!

roberta ottobre 25, 2012 alle 6:32 pm

Cara Laurel, li ho preparati per la II volta, sono ottimi!!!
Devo solo perfezionarmi un po’ nella cottura x raggiungere il giusto grado di umidità ciocco-burrosa;)
Il tuo libro è davvero invitante, le foto adorabili(che colori e che poesia!), lo acquisterò presto e lo regalerò a Natale…sarà di certo 1 atto di BONTA’;)
un abbraccio e a presto

Laurel ottobre 27, 2012 alle 12:43 pm

Grazie Roberta! L’estratto di vaniglia si puo’ fare facilmente in casa! Metti 4-5 bacche di vaniglia (incisi verticalmente) sotto mezzo litro di alcol alimentare per un paio di mesi. agita il baratolo una volta a settimana per mescolarlo. Dopo due mesi hai un’estratto buonissimo! Puoi riboccare il baratolo e non ti finisce mai/
a presto!

Deborah novembre 16, 2012 alle 12:36 pm

Ho provato i tuoi brownies e devo dire che sono di facile esecuzione e BUONISSIMI grazie!!!!

Raffaella novembre 25, 2012 alle 7:43 pm

Ciao, ho appena “scoperto ” il tuo blog ma faccio spesso le tue ricette grazie ai tuoi libri – i brownies sono tra i più richiesti dagli amici-. Ho vissuto negli USA tanti anni fa come foreign exchange student ed ora torno ogni tanto a trovare la mia host family. Mi piace proporre i piatti americani agli amici e grazie a te è tutto molto più facile.

Laurel novembre 26, 2012 alle 2:05 pm

Grazie Raffaella!

simonetta dicembre 12, 2012 alle 4:29 pm

Volevo chiederti se si può sostituire l’estratto do vaniglia con la vanilina??

Elena dicembre 14, 2012 alle 1:27 pm

Ho comprato il tuo libro American Bakery ma le dosi sono diverse e usi il cioccolato al posto del cacao.
Quali consigli tra le due? Quella sul libro ha una quantità enorme di zucchero.
Grazie
Elena

Laurel dicembre 17, 2012 alle 4:31 pm

Ciao Elena, tutte due le ricette sono buone appunto perché tutte due hanno quantità enorme di burro e zucchero ;)
La ricetta da American Bakery rende di più (quasi raddoppiati i dosi rispetto alla ricetta dal blog). E’ una questione di gusto, mio consiglio e’ di provare tutte due le ricette e scegliere la tua preferita! Good luck!

Alessandro dicembre 21, 2012 alle 11:36 am

Cara Laurel, la mia copia di “American Bakery” è sempre più sporca di farina, zucchero, tracce di burro e macchie di cioccolato…bellissima ;-)
I brownies stanno andando su commissione dei miei amici, devo farne 2 per una festa di compleanno sabato prossimo…sono buonissimi! Io, al posto dello zucchero semolato, sto usando quello di canna…sono tentato di usarne in quantità minore ma non vorrei stravolgere le proporzioni della ricetta. Per sciogliere a bagnomaria cioccolato e burro, invece, niente di più semplice che farlo al microonde!

Grazie per i momenti dolcissimi che mi stanno regalando le tue ricette ;-)
Buone feste!

Sabrinastellina gennaio 25, 2013 alle 10:47 pm

Ciao Laurel,complimenti per la gustosa ricetta! L’ho provata ma avendo la cotta in forno statico l’ho dovuta lasciare 10min in più per poi dover usare il ventilato perché non asciugava… Risultato?un po’ troppo croccante fuori ma molbido dentro…ciokkolatoso al punto giusto ma forse è meglio usare subito il ventilato? Tu cosa consigli??

francesco gennaio 28, 2013 alle 4:04 pm

ciao, ho comprato da poco il tuo libro american bakery, ho notato che la ricetta dei brownies è diversa rispetto a quella postata sul tuo blog perchè? e cosa cambia?

pane amore e biberon febbraio 4, 2013 alle 7:50 pm

Ciao Laurel!
Ho provato a fare i brownies con tante ricette e pessimi risultati, poi ho trovato il tuo blog e ovviamente non potevo non provare i tuoi!
Sono fantastici e li ho pubblicati anche sul mio blog!
Se ti fa piacere, fai un salto!
Ilaria

http://paneamorebiberon.blogspot.it/2013/02/brownies-al-cacao-per-il-brunch-di.html

elisabetta marzo 1, 2013 alle 8:45 am

Ciao Laurel,
posso chiederti perché le dosi delle ricette sul sito sono diverse dal libro American Bakery? Invece ho una domanda tecnica: funzionano sempre le quantità se si raddoppiano le dosi? O conviene non modificarle???
grazie!
ciao
elisabetta

Laurel marzo 1, 2013 alle 10:35 am

Ciao Elisabetta! Sono due ricette diverse. Questa sul blog e’ a base di cacao, e quella nel libro contiene il cioccolato fondente. Quindi questi brownies rimangono più scuri e amari (che a me piace tanto). E’ una questione di gusti! La ricetta del libro rende di piu’ anche: una teglia rettangolare da 22x33cm anziché la teglia quadrata da 20cm.

caterina marzo 27, 2013 alle 2:44 pm

ciao Laurel, mi sembra che questa non sia la stessa ricetta presente sul tuo libro. quale delle due mi consigli? :)

Ely aprile 20, 2013 alle 6:35 pm

Ciao Laurel, vorrei sapere che tipo di farina usi per i brownies
Grazie
Ely

Laurel aprile 21, 2013 alle 8:15 am

Ciao Ely! La farina 00 va benissimo per i brownies.

Federica maggio 28, 2013 alle 6:46 pm

Ciao Laurel,
mi chiedevo, si potrebbe usare la margarina (vallè) al posto del burro?
Grazie in anticipo

Laurel maggio 31, 2013 alle 10:28 am

Ciao Federica! Si può usare la margarina, ma il sapore ne soffrirà!

Valeria giugno 4, 2013 alle 10:36 am

Ciao! Complimenti per il tuo blog, bellissimo!
Questa è la prima ricetta che faccio ed è venuta benissimo, i brownies sono andati a ruba. Veramente gustosi. Ottima ricetta!

sara giugno 9, 2013 alle 2:01 pm

Fantastico!! avevo perso le speranze per fare i brownies e invece seguendo questa ricetta sono venuti una bomba!! GRAZIE

francesco ottobre 27, 2013 alle 11:10 am

ciao Laurel, faccio spesso i tuoi brownies(praticamente un giorno si e uno no), l’altra volta ho provato a farli sostituendo lo zucchero semolato con quello a zucchero a velo e non mi si è sciolto il cacao è diventata una palla di cioccolato come mai?(naturalmente nn l’ho buttata è li ho fatti lo stesso e sono venuti buoni)

Mariella ottobre 28, 2013 alle 1:56 pm

Cra Laurel, mi piace molto la tua ricetta dei brownis classici (proverò le altre versioni che mi attraggono molto).
Però volevo chiederti dove trovo la tua versione “leggera” di

Mariella ottobre 28, 2013 alle 2:00 pm

Ciao Laurel. Ti scrivo perché, se non erro, l’estate sorsa ho letto sul tuo blog una versione “leggera/estiva” dei brownies classici. Ma ora non so più come recuperarla…
Puoi aiutarmi? C’era meno cacao e meno butto.
Grazie.
Intanto continuo a fare i brownis classici che sono sempre un vero successo grazie a te.
Mariella

Vivienne ottobre 29, 2013 alle 9:42 am

i miei bimbi saranno contentissimi di assaggiare questi brownies. la ricetta che avevo era un po’ + complessa. grazie per i tuoi innumerevoli consigli e baci. v

Vittorio - Noodloves.it novembre 6, 2013 alle 10:38 am

È più forte di me.. appena vedo i brownies inizio ad andare in escandescenza!
Sembrano davvero ottimi, complimenti!! :D

Antonella novembre 24, 2013 alle 6:32 pm

Troppo buoni e semplici da fare!!grazie e complimenti per la ricetta!!
Però non mi è venuta la crosticina piu chiara sopra come in foto.
come mai?ho sbagliato qualcosa?forse la cottura?

valentina febbraio 12, 2014 alle 8:08 am

meravigliosi, fatti e mangiati caldi con una pallina di gelato alla vaniglia :)

Leave a Comment

{ 4 trackbacks }

Previous post:

Next post: